LINEA GIORNO

Fino a pochi anni fa la protezione dai danni dei campi elettromagnetici sia di origine naturale che artificiale si rendeva necessaria solo nei luoghi di lunga permanenza come per esempio l’ambiente letto.
Attualmente, il loro aumento esponenziale in tutti gli ambienti chiusi compresi i mezzi di
spostamento causano un pericoloso “effetto di accumulo“ sul nostro corpo, tale da raggiungere anche effetti ionizzanti.
Si pensi a situazioni come l'autobus, il treno, l’aereo e la stessa automobile in cui si è vicini a molti altri telefonini oltre al nostro, con valori di emissioni di elettrosmog spesso più alti rispetto al trovarci vicini ad un ripetitore .
Perciò si rende oggi più che mai necessario pensare e senza indugio a proteggere il nostro corpo sia nella fase del sonno che nelle fasi attive della nostra vita senza aspettare che sia qualcun’altro, forse mai, a farlo.
IT