La Scienza del Sonno

Come dormire senza melatonina?
Dormire senza melatonina è sicuramente possibile tant'è che era la normalità dei nostri nonni godere di un sonno efficiente e ristoratore senza aiuti né naturali né tecnologici.
Ma come dormivano i nostri nonni e quali erano i fattori che li aiutavano a dormire bene?
  • Assenza di disturbi elettromagnetici;
  • Aria pulita;
  • Buio totale;
  • Alimentazione;
  • Silenzio
La maggior parte di noi si concentra sull'aspetto dell'ergonomia tralasciando come in passato i nostri nonni godessero di uno  stato di salute superiore al nostro pur dormendo su un semplice pagliericcio o doppio lenzuolo in cotone riempito di lana e per il guanciale utilizzassero fodere in cotone riempite di piume di gallina.
Questi supporti venivano rigenerati ogni anno dopo il nuovo raccolto, o dopo la tosa delle pecore per mantenerli freschi e puliti. Mentre ora un materasso spesso senza troppe pulizie e manutenzioni dura fin troppo, accumulando polvere e acari al suo interno senza poter essere pulito e arieggiato, per poi essere sostituito solo quando sfondandosi diventa scomodo. 
Quali sono dunque i fattori del buon sonno di una volta?
ASSENZA DI DISTURBI ELETTROMAGNETICI
Allora non esistevano tutti gli attuali elettrodomestici e relativa dirty electricity - elettricità sporca - composta da frequenze disarmoniche emesse dagli elettrodomestici nella rete elettrica soprattutto sotto i 10kHZ. Allora non c'era nemmeno l'invasione di elettrosmog legato ai telefonini, wi-fi ed ai ripetitori. Anche dopo una giornata lavorativa fisicamente estenuante che poteva durare anche più di 14 ore. Al mattino ci si svegliava carichi per una nuova intensa giornata.
Ma perché evitare i campi elettromagneitici e l'elettrosmog in generale è così importante?
La ghiandola pineale, la quale produce la melatonina è molto sensibile ai disturbi elettromagnetici e già il solo disturbo della linea elettrica di casa a 50Hz ne riduce sensibilmente l'attività e quindi la produzione di melatonina.
ARIA PULITA
Soprattutto d'estate alla sera c'era una forte escursione termica e ci si godeva un'aria più pulita e più carica di ioni negativi. Questo spesso avveniva dopo cena seduti fuori dalla porta di casa, sempre pronti a chiacchierare con i compaesani che nel camminare lungo la via si fermavano.
BUIO TOTALE
La vita all'aperto e l'uso di luci naturali calde a filamento in ore serali o candele facilitava il corretto ciclo circadiano e dunque l'addormentamento in stanze che erano totalmente buie, perché allora non filtrava all'interno delle stanze l'inquinamento luminoso dell'illuminazione stradale ora onnipresente.
L'inquinamento luminoso unito all'incessante esposizione alle luci blu schermi elettronici, che inibisce gran parte della melatonina prodotta dalla ghiandola pineale, distorgono i nostri cicli circadiani alterando il nostro addormentamento e la qualità del nostro sonno.
Le stanze ora non sono più totalmente buie e la melatonina viene inibita in maniera più grave nel caso in cui il buio nella stanza da letto non sia totale e vi sia inquinamento luminoso sia dalle luci provenienti dall'esterno come quelle dei lampioni a led, sia delle spie luminose di dispositivi elettronici nelle stanze.
L'ALIMENTAZIONE
L'attuale alimentazione è fin troppo elaborata e con alimenti poveri di nutrienti generando la paradossale sovralimentazione e sottonutrizione. A risentirne di questo è soprattutto il fegato, ciò fa inibire anche la melatonina da esso prodotta. Anche il fegato infatti contribuisce alla produzione di melatonina e pure in grandi quantità, è questo uno dei motivi per cui dopo una sauna (la quale aumenta l'efficienza del fegato) il sonno diventa più ristoratore e il consiglio di un tempo di andare a dormire leggeri rimane attuale più che mai.
SILENZIO
Attualmente si dorme tra i rumori del traffico e l'abbaiare dei cani, per poi svegliarsi al mattino con la suoneria del telefonino subendo la luce blu dei led dello schermo che ci sfasa il ciclo circadiano facendo credere al nostro cervello di essere già a mezzogiorno.
Insomma per concludere una volta la notte si dormiva bene senza assumere melatonina e seppur stanchi, l'indomani si recuperavano tutte le energie svegliandosi al canto del gallo, molto presto.
 
ALCUNI  STUDI SCIENTIFICI
"Light exposure impact on human circadian rhythm"
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/30311830/
 
"Ambient light can influence patients’ quality of sleep due to melatonin secretion"
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6311474/
 
"Blocking nocturnal blue light for insomnia"
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5703049/
 
"La melatonina ricarica il sistema immunitario"
https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3645767/
 
(...) “Both use of oral melatonin and use of earplugs and eye masks improve sleep quality at different levels, especially melatonin"
https://www.biomedcentral.com/about/press-centre/science-press-releases/19-03-2015
 
"One of the most uniform changes associated with the exposure of animals to either pulsed static geomagnetic fields or to sinusoidal extremely low frequency magnetic fields has been a reduction in high night-time levels of melatonin"
https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/7724876/
IT